Vai al forum:
 
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media

Web Forum 21.12.17 ore 15.00

#1
Benvenuto nell’area web dedicata alla BPCO


In questo forum è possibile comunicare tra colleghi, creare relazioni e discussioni e sfruttare i contenuti allegati come occasione di confronto e dibattito.

Accedi alla presentazione per scoprire l’intervento del Relatore e formula nello spazio sottostante le tue domande.

 

[Immagine: pdf.png]   Presentazione di Marco Contoli.pdf  
I maggiori KOL di rilievo nazionale sono online per interagire e risponderti


Per vedere gli ultimi messaggi e seguire in diretta il web forum, suggeriamo di aggiornare spesso la pagina web
(digitando la combinazione di tasti CTRL+F5)

-Merqurio-
#2
Buonasera a tutti
#3
prof Contoli ha risultati recenti sull' aumento dei livelli di ROS nei pazienti con BPCO?
#4
Buonasera colleghi

Buon pomeriggio Prof Contoli

prof che ne pensa della correlazione BPCO e fibrillazione atriale? Ha dati recenti a riguardo?
#5
Buonasera colleghi
#6
Buon pomeriggio. Professire che lei sappia ci sono dati emergenti sull alterazione della funzionalità polmonare in seguito ad uno scarso introito di vitamina D?
#7
Buonasera tutti scusate ritardo
#8
Quali sono le strategie per aumentare l'aderenza terapeutica nel trattamento del BPCO, considerando che molti pazienti affetti sono anziani?
#9
Lo stress ossidativo gioco ruolo molto importante nella patologia è aumentato rispetto ai pazienti non ammalati ed è un mentato in corso di riacutizzazione rispetto alla stabilità i livelli di stress ossidativo inoltre influenzano come ben sappiamo la risposta agli steroidi per il inalatoria e la bassa risposta gli steroidi per minatoria è una delle caratteristiche della patologia non ho dati personalmente recenti sull’argomento

Le patologie cardiovascolari sono sicuramente Le co morbidità più frequente in corso di Bpco È interessante vedere come negli studi che hanno coinvolto migliaia di pazienti non vi sia un aumentato rischio Proaritmogeno in pazienti che fanno bronco dilatatori

Il ruolo della vitamina D nelle patologie croniche ostruttive respiratorie stato molto discusso e a mio parere è molto affascinante dati sembrerebbero far emergere una correlazione tra carenze di vitamina D carente sviluppo di funzionalità respiratoria e anche accelerato declino funzionale nel tempo questi dati ovviamente sono ancora oggetto di molta discussione e per quanto a mia conoscenza non viene nessuno studio che ha fatto vedere che l’adeguata correzione si associa ad un recupero funzionale

La bassa aderenza al trattamento cronico è una delle caratteristiche della medicina moderna ovviamente anche nelle nostre patologie ostruttive croniche viene in generale una bassa aderenza e la bassa aderenza si associa ad una minor successo terapeutico va da sé quindi che ogni strategia in grado di aumentare l’aderenza possa avere importanti ripercussioni cliniche come fare aumentare l’aderenza è una cosa molto complessa e che credo nessuno abbia una ricetta conclusiva. In generale penso di poter dire che nel nostro ambiente vi sia una grossa necessità di aumentare la consapevolezza della rilevanza Di tali patologie nella popolazione generale

Aumentare la consapevolezza credo che porti inevitabilmente anche ad un aumento di aderenza

Un altro aspetto molto importante di cui dobbiamo tenere conto è l’impiego e l’ottimizzazione dell’uso dei dispositivi inalatori semplificare la strategia inalatoria vuol dire aumentare l aderenza
#10
Grazie mille collega,
molto esaustive le considerazioni sulla vitamina D



[-]
Risposta rapida
Messaggio
Scrivi qui il tuo messaggio.

Verifica Immagine
Per favore inserisci il testo contenuto nell'immagine nella casella di testo sotto ad essa. Questa operazione è necessaria per prevenire gli spam bot automatici.
Verifica Immagine
(maiuscole indifferenti)

Vai al forum: