Vai al forum:
 
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media

Web Forum 06.12.17 ore 17.00

#1
Benvenuto nell’area web dedicata alla BPCO


In questo forum è possibile comunicare tra colleghi, creare relazioni e discussioni e sfruttare i contenuti allegati come occasione di confronto e dibattito.

Accedi alla presentazione per scoprire l’intervento del Relatore e formula nello spazio sottostante le tue domande.

 
.pdf   Presentazione di Nicola Scichilone.pdf (Dimensione: 184.89 KB / Download: 11)

I maggiori KOL di rilievo nazionale sono online per interagire e risponderti


Per vedere gli ultimi messaggi e seguire in diretta il web forum, suggeriamo di aggiornare spesso la pagina web
(digitando la combinazione di tasti CTRL+F5)
#2
Buonasera a tutti e a lei professore. SOno in anticipo. Attendo l'inizio della discussione  Rolleyes
#3
Buon pomeriggio
#4
buonasera a tutti, grazie!
#5
Salve professore, ha dati recenti sull'inquinamento indoor, asma e BPCO?
#6
Dottore, spesso si parla di approccio biologico alle patologie respiratorie persistenti. Lei cosa ne pensa a tal proposito?
#7
#5 I dati emergenti confermano che l'inquinamento indoor, soprattuto da uso di biomasse per riscaldamenti in popolazioni disagiate è causa principale di BPCO, perfino più del fumo di sigaretta in alcune circostanze. Un fattore causale nei confronti dell'asma a mia conoscenza non è noto.

#6 L'approccio biologico può riguardare la diagnosi, la terapia e il monitoraggio della malattia. La sfida è quella di identificare biomarcatori in grado di predire la risposta al trattamento, così da identificare la corretta terapia per il singolo paziente. Ai fini diagnostici il marcatore biologico al momento lascia il primo posto all'indagine funzionale (spirometria).
#8
Gentile Professore, volevo sottoporre anche a lei un caso clinico. Un mio paziente (uomo, 28 anni, nessuna patologia degna di nota nella sua storia clinica), a causa della sua attività professionale, si trova spesso a contatto con la lana di vetro e con la sua lavorazione. Il soggetto in seguito all'esposizione manifesta attacchi di tosse prolungati e sensazione di ostruzione bronchiale. Ha dati relativi agli effetti a lungo termine sull'esposizione a questo tipo di materiali?

#6 Possibili biomarcatori sono sicuramente le citochine proinfiammatorie, come suggerito da recenti studi
#9
Gentilissimo, d'accordo sulle citochine proinfiammatorie ovviamente.
L'esposizione prolungata per motivi professionali senza adeguate misure di protezione può condurre ad una interstiziopatia polmonare che nel tempo evolve verso un quadro di fibrosi conclamata.
#10
Ho infatti consigliato di porre attenzione ai DPI, che non vengono sempre utilizzati purtroppo #9

Considero i DPI la prima forma di prevenzione



Vai al forum: