Vai al forum:
 
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media

Web forum del 05.12.17 ore 17:00

#1
Benvenuto nell’area web dedicata alla BPCO


In questo forum è possibile comunicare tra colleghi, creare relazioni e discussioni e sfruttare i contenuti allegati come occasione di confronto e dibattito.

Accedi alla presentazione per scoprire l’intervento del Relatore e formula nello spazio sottostante le tue domande.

 

I maggiori KOL di rilievo nazionale sono online per interagire e risponderti


Per vedere gli ultimi messaggi e seguire in diretta il web forum, suggeriamo di aggiornare spesso la pagina web 
(digitando la combinazione di tasti CTRL+F5)

- Merqurio - 
#2
Clicca qui per scaricare la presentazione:


.pdf   Presentazione di Nicola Scichilone.pdf (Dimensione: 184.89 KB / Download: 11)

- Merqurio - 
#3
buona serata
#4
Professore buonasera, è connesso?
approfitto di questo spazio per chiederle se, secondo la sua esperienza, gli anticorpi monoclonali possono dare una risposta efficace in caso di asma grave o in un paziente con BPCO?
#5
Buonasera, gli anticorpi monoclonali nella mia esperienza hanno dato una svolta nel trattamento dev'asma grave, soprattutto nei casi steroidi-resistenti. Riduzione delle riacutizzai zoni e miglioramento della qualità di vita. Non ho esperienza personale su BPCO ma sono convinto che selezionando correttamente il paziente si possano ottenere risultati rilevanti.
#6
Salve Professore, leggo dalla sua presentazione che l'efficacia della triplice terapia in formulazione extrafine, rappresenta una svolta terapeutica per i pazienti con BPCO grave. Potrebbe darmi ulteriori informazioni, per adottare la migliore strategia terapeutica nei confronti dei pazienti più gravi.
#7
Grazie collega,ho letto che riescono a ridurre il livello degli eosinofili, anche se recenti studi sembrano smentire il ruolo degli eosinofili come biomarcatori dei fenotipi BPCO. Quindi sono ancora in valutazione...
#8
Buonasera, la triplice in formulazione extra fine ha un duplice vantaggio: unico erogatore e formulazione appunto extra fine. L?unico erogatore consente la codeposizione dei principi attivi e soprattutto una migliore aderenza al trattamento rispetto ad una triplice con più erogatori, come al momento nella pratica clinica. La formulazione extra fine "aggredisce" il distretto periferico che è sede prediletta della malattia. I pazienti più gravi possono beneficiare oltre che di una doppia broncodilatazione anche dell'azione dei corticosteroidi sulla flogosi. I risultati degli studi clinici incoraggiano a perseguire questa strategia terapeutica.
#9
E' invece d'accordo sull'indicazione delle linee guida di bandire la somministrazione di soli cortisteroidi inalatori?
#10
Assolutamente si. Anche se alcune forme di BPCO possono risentire favorevolmente dell'uso degli steroidi, questi andrebbero utilizzati sempre in associazione per fornire un vero effetto benefico.



Vai al forum: